Robertinho De Paula “Tribute to Irio”

Jazz e samba d’autore per un concerto dedicato ad Irio De Paula che inaugurò nel 1974 il Brass Group Jazz Club. La storica cantina di Via Duca della Verdura che sarebbe diventata sede del più antico jazz club italiano. In scena, “Tribute to Irio” con il figlio, Robertinho De Paula, degno erede del famoso artista. Che per l’occasione, ritornato a Palermo, ha ricordato a suon di jazz-samba, Irio De Paula. Il 22 febbraio del 1974 fu proprio Irio ad inaugurare la straordinaria e storica  cave di Palermo, in tutto e per tutto uguale ai club europei dove suonavano i rappresentanti più prestigiosi della musica jazz. Il concerto ha affascinato il pubblico tra bosse, samba, ballads, con sonorità striate dal più corposo e robusto jazz di tradizione afro-americana. Robertinho è stato accompagnato per l’occasione dalla cantante Ana Flora e da una ritmica di maestri della Scuola Popolare di Musica della Fondazione: Diego Spitaleri (piano), Fabio Lannino (contrabbasso), Fabrizio Giambanco (batteria) e completata da Vincenzo Favara (percussioni).

Introduzione di Robertinho de Paula
Presentazione
Suggerimenti discografici
Intervista Rai
Intervista Repubblica Tv

Robertinho De Paula “Tribute to Irio”

Jazz e samba d’autore per un concerto dedicato ad Irio De Paula che inaugurò nel 1974 il Brass Group Jazz Club. La storica cantina di Via Duca della Verdura che sarebbe diventata sede del più antico jazz club italiano. In scena, “Tribute to Irio” con il figlio, Robertinho De Paula, degno erede del famoso artista. Che per l’occasione, ritornato a Palermo, ha ricordato a suon di jazz-samba, Irio De Paula. Il 22 febbraio del 1974 fu proprio Irio ad inaugurare la straordinaria e storica  cave di Palermo, in tutto e per tutto uguale ai club europei dove suonavano i rappresentanti più prestigiosi della musica jazz. Il concerto ha affascinato il pubblico tra bosse, samba, ballads, con sonorità striate dal più corposo e robusto jazz di tradizione afro-americana. Robertinho è stato accompagnato per l’occasione dalla cantante Ana Flora e da una ritmica di maestri della Scuola Popolare di Musica della Fondazione: Diego Spitaleri (piano), Fabio Lannino (contrabbasso), Fabrizio Giambanco (batteria) e completata da Vincenzo Favara (percussioni).

Introduzione di Robertinho de Paula
Presentazione
Suggerimenti discografici
Intervista Rai
Intervista Repubblica Tv