Claudio Giambruno

Nato a Palermo il 23 Novembre 1982 studia sassofono con Stefano D’Anna e perfeziona la tecnica dell’improvvisazione e sviluppo del linguaggio Bebop con il leggendario pianista americano Barry Harris.

Affina gli studi partecipando a diverse master class, tra le quali quelle col pianista Riccardo Zegnae il contrabbassista Harvie Swartz, col sassofonista Seamus Blake e il leggendario Steve Grossman.

Collabora con l’Open Jazz Orchestra, l’ensemble di musica brasiliana Falabrasil, l’Orchestra “Macchina di Suoni” e l’Orchestra Jazz del Conservatorio Bellini di Palermo. Numerose anche le collaborazioni tra le quali spiccano quelle nel quartetto del chitarrista spagnolo Eliseo Llorreda Garcia e la cantante Flora Faja.

Nel 2012 registra il suo primo lavoro discografico da leader “MOON IS HERE” prodotto dall’etichetta siciliana JAZZYRECORD con la collaborazione di Dino Rubino (tromba e flicorno), Seby Burgio (piano), Fabrizio Brusca (chitarra), Diego Tarantino (contrabbasso) ed Emanuele Primavera (batteria). Nell’Aprile poi, viene nominato tra i finalisti del PREMIO INTERNAZIONALE MASSIMO URBANI la cui giuria era presieduta da Enrico Rava.

Inizia a collaborare con l’Orchestra Jazz Siciliana e nell’ambito del Seacily Jazz Festival 2012 partecipa, insieme al trombettista Vito Giordano, al concerto svolto dalla grandissima cantante Roberta Gambarini, coadiuvata da una sezione ritmica formata da Justin Robinson, Quincy Phillips, Ameen Saleem e Sullivan Fortner.

 

Did you like this? Share it!

0 comments on “Claudio Giambruno

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi